REGIO DECRETO 5 settembre 1909, n. 776

Che approva le norme per la esecuzione delle decisioni di condanna pronunziate dalla Corte dei conti in giudizi di responsabilita' a carico di funzionari pubblici o di agenti contabili dello Stato. (009U0776)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 12/01/1910 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 04/08/1998)
  • Articoli
  • 1
  • Allegati
Testo in vigore dal: 12-1-1910
al: 2-10-1998
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visti  gli  articoli  dal  664   al   668   del   regolamento   per
l'amministrazione del patrimonio e per la contabilita' generale dello
Stato, approvato con Nostro decreto del 4 maggio 1885, n.  3074,  coi
quali si dispone pel recupero  dei  crediti  erariali  dipendenti  da
decisioni  di  condanna  della  Corte  dei  conti   in   giudizi   di
responsabilita' a carico di pubblici funzionari; 
 
  Riconosciuta la necessita' di formulare  e  di  coordinare,  in  un
testo definitivo, le norme per la esatta applicazione,  da  parte  di
tutte  le  Amministrazioni  centrali  dello  Stato,  delle   suddette
disposizioni regolamentari; 
 
  Udito ai termini dell'art. 191, lettera B, del  citato  regolamento
il parere della ragioneria generale dello Stato; 
 
  Udito il Consiglio dei ministri; 
 
  Sulla proposta del Nostro ministro,  segretario  di  Stato  per  il
tesoro; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  E' approvato l'unito testo, visto d'ordine Nostro dal ministro  del
tesoro, di norme  per  la  esecuzione  delle  decisioni  di  condanna
pronunziate dalla Corte dei conti in  giudizi  di  responsabilita'  a
carico di funzionari pubblici o di agenti contabili dello Stato. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo  dello  Stato
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Racconigi, addi' 5 settembre 1909. 
 
                         VITTORIO EMANUELE. 
 
                                                  Giolitti - Carcano. 
 
  Visto, il guardasigilli: Orlando.