REGIO DECRETO 12 luglio 1908, n. DLXIV (564)

Che riduce il contributo a carico del comune di Ravenna per la regificazione del suo liceo ginnasiale. (0800564R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 21/03/1909
vigente al 16/01/2022
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 21-3-1909
attiva riferimenti normativi
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Veduto il Nostro decreto 30 settembre 1907, numero  CCCCXLVII,  con
cui il liceo-ginnasio di Ravenna fu convertito in  governativo  verso
il pagamento di un contributo annuo netto di L. 30,770.25; 
 
  Veduto che  durante  il  triennio  1904-905-906-907  il  comune  di
Ravenna ricevette sussidi  facoltativi  a  favore  delle  sue  scuole
classiche sul bilancio della pubblica istruzione per una somma  media
annua di L. 1073; 
 
  Veduto l'art. 5 della legge 13 giugno 1907, n. 342; 
 
  Veduta la postilla in data 31 marzo 1908 aggiunta alla  convenzione
25  settembre  1907  stipulata  fra  il  Ministero   della   pubblica
istruzione e il comune di Ravenna per la conversione  in  governativo
di quel liceo ginnasiale; 
 
  Sulla proposta del Nostro  ministro  segretario  di  Stato  per  la
pubblica istruzione; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  Fermo restando in ogni altra parte il Nostro decreto  30  settembre
1907, n. CCCCXLVII, e' ridotta da lire 30,770.25 a lire 29,697.25  la
somma  del  contributo  a  carico  del  comune  di  Ravenna  per   la
regificazione del suo liceo ginnasiale dal 1° ottobre 1907. 
 
  Dalla stessa data sara' diminuito di lire 1073 il  fondo  stanziato
al capitolo 127 del bilancio passivo  del  Ministero  della  pubblica
istruzione per l'esercizio 19071908 per sussidi  eventuali  a  titolo
d'incoraggiamento ad Istituti d'istruzione secondaria classica. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Racconigi, addi' 12 luglio 1908. 
 
                         VITTORIO EMANUELE. 
 
                                                                Rava. 
 
  Visto, Il guardasigilli: Orlando.