LEGGE 30 giugno 1906, n. 272

Disposizioni speciali sulla costruzione e sull'esercizio delle strade ferrate. (006U0272)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/07/1906 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/06/2008)
Testo in vigore dal: 15-7-1906
al: 29-11-1980
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; 
 
  Noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: 
 
                               Art. 1. 
 
  Le ferrovie pubbliche si dividono in principali e secondarie. 
 
  Sono principali quelle che risultano di speciale importanza in base
ai seguenti criteri: 
 
  la estensione attraverso il Regno; 
 
  l'entita' di traffico; 
 
  il congiungimento di centri notevoli di popolazione fra loro ovvero
con porti importanti marittimi, lacuali o fluviali; 
 
  l'allacciamento a ferrovie estere; 
 
  le considerazioni d'indole militare. 
 
  Secondarie sono tutte le altre; e ad esse si applicano,  in  quanto
non e' derogato colla presente legge, le disposizioni della legge  27
dicembre 1896, n. 561, sulle ferrovie economiche,  le  quali  saranno
d'ora innanzi considerate come secondarie. 
 
  Nelle disposizioni dei regolamenti speciali le ferrovie  secondarie
saranno distinte in  due  classi,  secondarie  propriamente  dette  e
locali, in correlazione alla loro importanza ed alle loro  condizioni
particolari. 
 
  Le ferrovie private della seconda categoria, di  cui  all'art.  207
della legge 20 marzo 1865, n. 2248 (allegato F), sono parificate  per
le norme di costruzione e d'esercizio alle ferrovie locali in  quanto
concernono la sicurezza delle persone e delle cose e  della  pubblica
igiene.