REGIO DECRETO 28 dicembre 1893, n. DCCXXII (722)

Che costituisce in ente morale la fondazione Castelfranco da amministrarsi dall'universita' israelitica di Modena. (9300722R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 03/02/1894
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 3-2-1894
attiva riferimenti normativi
 
                              UMBERTO I 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Veduto il testamento olografo 24 giugno  1887  della  signora  Anna
Bassano  vedova  Castelfranco,  contenente  la  istituzione  di   una
fondazione   di   beneficenza   da   amministrarsi   dall'universita'
israelitica di Modena, e  intitolata  al  nome  del  dottor  Vittorio
Castelfranco, con un capitale corrispondente ad annue lire  1,200  di
rendita 5 per cento per  aiutare  un  giovane  israelita  di  Modena,
povero, di onesti  costumi,  a  percorrere  gli  studi  nel  collegio
rabbinico di Roma; 
 
  Veduta la domanda dell'universita' israelitica di Modena perche' la
fondazione dottor Vittorio Castelfranco venga  riconosciuta  in  ente
morale con autorizzazione ad accettare  il  lascito  disposto  a  suo
favore col succitato testamento; 
 
  Vedute le deliberazioni relative del  consiglio  comunale  e  della
giunta provinciale amministrativa di Modena; 
 
  Viste le leggi 5 giugno 1850, n. 1037 e 17 luglio 1890, n. 6972; 
 
  Udito il parere del consiglio di Stato; 
 
  Sulla proposta del Nostro ministro  segretario  di  Stato  per  gli
affari dell'interno, presidente del consiglio dei ministri; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  La fondazione dottor Vittorio Castelfranco e'  costituita  in  ente
morale, da amministrarsi dall'universita' israelitica di  Modena,  la
quale e' autorizzata  ad  accettare  il  legato  che  costituisce  la
dotazione di detta pia opera. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Roma, addi' 28 dicembre 1893. 
 
                               UMBERTO 
 
  Registrato alla Corte dei conti addi' 12 gennaio 1894. 
 
    Reg. 194. Atti del Governo a f. 118. E. Angelotti. 
 
  Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli V. CALENDA. 
 
                                                           F. Crispi.