REGIO DECRETO 24 dicembre 1893, n. DCCXV (715)

Che erige in ente morale le fondazioni di beneficenza Bloch-Basevi, Treves dei Bonfili, Massarolli e Cutti in Venezia. (9300715R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/02/1894
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 1-2-1894
attiva riferimenti normativi
 
                              UMBERTO I 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il testamento 6 settembre 1859 della signora  Carolina  Bloch
Basevi, gli istrumenti 4 settembre 1851 e  6  febbraio  1856  per  la
fondazione delle Grazie dei  Nobili  Cavalieri  Treves  dei  Bonfili,
l'altro 3  novembre  1864  di  formale  fondazione  delle  pie  opere
perpetue Antonio Massarolli, il testamento  2  settembre  1867  dello
stesso Antonio Massarolli ed  il  testamento  20  dicembre  1879  del
signor David Cutti; 
 
  Visti gli atti delle competenti autorita' governative coi quali  il
municipio  di  Venezia  fu  autorizzato  ad  accettare  le  anzidette
fondazioni aventi scopo esclusivo di beneficenza; 
 
  Vista la deliberazione 12 maggio 1893,  colla  quale  il  consiglio
comunale di Venezia decise di non provocare la costituzione  in  ente
morale delle predette fondazioni di beneficenza; 
 
  Vista la decisione  25  settembre  1893  della  giunta  provinciale
amministrativa; 
 
  Visto il rapporto 5 ottobre 1893 del prefetto di Venezia; 
 
  Vista  la  legge  17  luglio  1890,  n.  6972,  ed  il  regolamento
amministrativo per la sua esecuzione; 
 
  Udito il parere del consiglio di Stato; 
 
  Sulla proposta del Nostro ministro  segretario  di  Stato  per  gli
affari dell'interno, presidente del consiglio dei ministri; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  Le anzidette fondazioni di  beneficenza  Bloch-Basevi,  Treves  dei
Bonfili, Massarolli e Cutti, sono costituite in ente morale. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Roma, addi' 24 dicembre 1893. 
 
                               UMBERTO 
 
  Registrato alla Corte dei conti addi' 11 gennaio 1894. 
 
    Reg. 194. Atti del Governo a f. 109. E. Angelotti. 
 
  Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli V. CALENDA. 
 
                                                           F. Crispi.