REGIO DECRETO 17 dicembre 1893, n. DCCXIV (714)

Che erige in ente morale l'istituzione pubblica di beneficenza denominata Jus pascendi in Conselice (Ravenna), affida l'amministrazione alla locale congregazione di carita' e ne approva lo statuto. (9300714R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/02/1894
  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 1-2-1894
attiva riferimenti normativi
 
                              UMBERTO I 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Vedute le  deliberazioni  della  congregazione  di  carita'  e  del
consiglio comunale di Conselice (Ravenna), relative alla erezione nel
comune, di una istituzione da denominarsi Jus pascendi, avente  scopo
di fondare un ricovero da amministrarsi  dalla  congregazione  stessa
per gli invalidi inabili al lavoro, e pel mantenimento  degli  orfani
fino all'eta' di nove anni, coi proventi ricavati dalla affrancazione
della servitu' di pascolo, e col prodotto della tassa di fida; 
 
  Veduto lo statuto organico sottoposto alla Nostra approvazione; 
 
  Veduto il voto della giunta provinciale amministrativa di Ravenna; 
 
  Veduta la legge 17 luglio 1890, n. 6972; 
 
  Udito il parere del consiglio di Stato; 
 
  Sulla proposta del Nostro ministro  segretario  di  Stato  per  gli
affari dell'interno, presidente del consiglio dei ministri; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  L'istituzione di pubblica beneficenza denominata  Jus  pascendi  e'
eretta in ente morale, con sede in Conselice, e l'amministrazione  ne
viene affidata alla locale congregazione di carita'.