REGIO DECRETO 24 dicembre 1893, n. 708

Che costituisce in sezione elettorale autonoma il comune di Nemoli. (093U0708)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 30/01/1894 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 30-1-1894
al: 15-12-2010
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
 
                             UMBERTO I. 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Sulla proposta del Nostro Ministro  Segretario  di  Stato  per  gli
affari dell'Interno, Presidente del Consiglio dei Ministri; 
 
  Veduta la domanda del comune di Nemoli per la sua separazione dalla
sezione elettorale di Rivello, e per la sua costituzione  in  sezione
elettorale autonoma; 
 
  Veduta la tabella generale delle sezioni  dei  Collegi  elettorali,
approvata col Regio decreto del 24 settembre 1882 n. 997 (serie  3ª),
nonche' quella stabilita col R. decreto del 14 giugno 1891 n. 280; 
 
  Vista la legge 5 maggio 1891 n. 210; 
 
  Visto l'articolo 48 della legge elettorale  politica  24  settembre
1882; 
 
  Ritenuto che il comune di Nemoli ha 75 elettori politici, ai  quali
riesce malagevole l'esercizio del  loro  diritto  elettorale  per  la
cattiva condizione delle vie che congiungono quel comune  con  quello
di Rivello; 
 
  Ritenuto che nonostante il distacco  del  comune  di  Nemoli  dalla
sezione di Rivello, questa rimane con oltre 100 elettori; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  Il comune  di  Nemoli  e'  separato  dalla  sezione  elettorale  di
Rivello, ed e' costituito in sezione elettorale autonoma del Collegio
di Lagonegro (Potenza 6°). 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella Raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Roma, addi' 24 dicembre 1893. 
 
                              UMBERTO. 
 
                                                              Crispi. 
 
  Visto, Il Guardasigilli: V. Calenda di Tavani.