REGIO DECRETO 20 dicembre 1888, n. MMMCXCIII (3193)

Che riconosce come comitato centrale il comitato delle signore istituitosi in Roma a favore del col1egio delle orfane degli insegnanti in Anagni. (8803193R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 09/02/1889
vigente al 19/01/2022
Testo in vigore dal: 9-2-1889
attiva riferimenti normativi
 
                              UMBERTO I 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Veduto il Nostro  decreto  del  31  ottobre  ultimo  col  quale  fu
provveduto alla istituzione ed al riconoscimento in ente morale di un
collegio per le orfane degli insegnanti elementari in Anagni; 
 
  Veduto che, in esecuzione dell'art. 9 del  citato  Nostro  decreto,
rimane ancora ad organizzarsi il comitato delle signore  costituitosi
in Roma per favorire l'apertura del predetto collegio; 
 
  Veduto come oltre a cio' sia necessario disciplinare  con  apposite
norme il procedimento, mediante cui le  signore  del  comitato  e  le
maestre della provincia, alla quale spetta il turno, giusta l'art.  6
dello stesso decreto, sono chiamate ad eleggere i 
 
  delegati che debbono rappresentarle nella giunta amministrativa del
collegio; 
 
  Sulla proposta del Nostro  ministro  segretario  di  Stato  per  la
pubblica istruzione; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  Il comitato delle signore, che nel marzo  1888,  si  costituiva  in
Roma a favore del collegio di Anagni, e' riconosciuto  come  comitato
centrale. 
 
  Esso e' posto sotto l'alto patronato di Sua Maesta' la Regina,  che
lo presiede. 
 
  Le componenti il comitato stesso,  delle  quali  il  numero  rimane
fissato a quaranta, sono le signore qui appresso designate: 
 
  S. E. donna Laura Minghetti, con ufficio di vice presidente; 
 
    signora Annetta Allievi; 
    contessa Fanny Bava; 
    signora Carlotta Bonghi; 
    contessa Matilde Bruschi; 
    donna Teresa Boncompagni, principessa di Venosa; 
    donna Ada Caetani, duchessa di Sermoneta; 
    signora Anna Calabresi; 
    signora Fanny Cavalieri; 
    donna Guendalina Cavazzi, contessa della Somaglia; 
    marchesa Francesca Chigi-Zondadari; 
    donna Maria Colonna, principessa di Sonnino; 
    signora Edith De-Renzis, baronessa di Montanaro; 
    signora Clementina Del Viso; 
    signora Sofia Durand, marchesa De La Penne; 
    signora Amalia Fabiani De Angelis; 
    contessa Natalia Francesetti; 
    contessa Costanza Giannotti; 
    signora Amalia Gioia; 
    signora Maria Grant; 
    donna Maria Grazioli Lante; 
    signora Giulia Hegermann; 
    signora Giulia Le Ghait; 
    donna Flaminia marchesa Marignoli; 
    signora Giacinta Martini; 
    donna Carolina principessa Pallavicini; 
    contessa Maria Pasolini; 
    S. E. la marchesa Paola Pes di Villamarina Montereno; 
    signora Francesca Prinetti D'Adda; 
    donna Letizia Rappini, marchesa di Casteldelfino; 
    donna Giuseppina Ruspoli, principessa di Poggio Suasa; 
    baronessa Concettina Sardi; 
    donna Vincenza Sforza Cesarini, contessa di Santafiora; 
    signora Maria Soulier; 
    contessa Gabriella Spalletti; 
    donna Lavinia contessa Taverna; 
    signora Sofia Tommasi-Crudeli; 
    donna Eleonora Torlonia, duchessa di Poli; 
    contessa Amalia Visone; 
    signora Leonilde Wagniere.