REGIO DECRETO 15 novembre 1865, n. 2602

Per l'Ordinamento dello Stato Civile. (065U2602)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 02/12/1865 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 2-12-1865
al: 15-12-2010
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE II 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Vista la Legge del 2 aprile 1865, n.° 2215, con la quale il Governo
del Re fu autorizzato a pubblicare il Codice civile, ed a fare quelle
altre disposizioni che sieno necessarie per  la  completa  attuazione
del medesimo; 
 
  Visto il Nostro Decreto del 25 giugno 1865, n.° 2358, col quale  si
mando' a pubblicare il Codice  civile  per  tutte  le  Provincie  del
Regno; 
 
  Volendo provvedere al completo ordinamento dello stato civile; 
 
  Udito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta dei  Nostro  Guardasigilli  Ministro  Segretario  di
Stato per gli Affari di Grazia e Giustizia e dei Culti; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo quanto segue: 
 
                               Art. 1. 
 
  Il sindaco, o chi ne fa le veci, e' l'ufficiale dello stato civile. 
 
  Egli puo' delegare le funzioni stesse  ad  un  assessore  o  ad  un
consigliere comunale. 
 
  Per gli  atti  di  nascita  o  di  morte  puo'  anche  delegare  il
segretario comunale. 
 
  La delegazione deve essere approvata dal procuratore del Re.