REGIO DECRETO 4 febbraio 1864, n. 1678

Alcuni Comuni delle Provincie di Como, Macerata, Milano, Molise, Novara, Palermo, Pavia, Reggio nell'Emilia, Torino ed Umbria sono autorizzati ad assumere una nuova denominazione. (064U1678)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 11/03/1864
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 11-3-1864
attiva riferimenti normativi
 
                        VITTORIO EMANUELE II 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Sulla proposta del Nostro Ministro dell'Interno; 
 
  Visti i ricorsi degli infrascritti Comuni delle Provincie di  Como,
Macerata, Milano, Molise, Novara, Palermo, Pavia, Reggio nell'Emilia,
Torino ed Umbria; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  Sono autorizzati, 
 
     1.° Il Comune di Alzate (Como) ad assumere la  denominazione  di
Alzate  con  Verzago,  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 1.° febbraio 1863. 
 
     2.° Il Comune di Casanova (id.) ad assumere la denominazione  di
Casanova di  Uggiate,  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 28 novembre 1863. 
 
     3.° Il Comune di Corenno (id.) ad assumere la  denominazione  di
Corenno Plinio, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale in
data 19 dicembre 1863. 
 
     4.° Il Comune di Oltrona (id.) ad assumere la  denominazione  di
Oltrona al Lago, giusta la deliberazione di quel  Consiglio  comunale
in data 28 dicembre 1863. 
 
     5.° Il Comune di Roggiano (id.) ad assumere la denominazione  di
Roggiano Valtravaglia, giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 24 dicembre 1863. 
 
     6.°  Il  Comune  di  Civitanova  (Macerata)   ad   assumere   la
denominazione di Civitanova Marche, giusta la deliberazione  di  quel
Consiglio comunale in data 10 gennaio ultimo scorso. 
 
     7.° Il Comune di Gorla (Milano) ad assumere la denominazione  di
Gorla Primo, giusta la deliberazione di quel  Consiglio  comunale  10
gennaio scorso. 
 
     8.° Il Comune di Turro (id.) ad  assumere  la  denominazione  di
Turro Milanese, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale in
data 26 dicembre 1863. 
 
     9.° Il Comune di Besana (id.) ad assumere  la  denominazione  di
Besana in Brianza, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale
in data 20 dicembre 1863. 
 
    10.° Il Comune di Ceriano (id.) ad assumere la  denominazione  di
Ceriano Laghetto, giusta la deliberazione di quel Consiglio  comunale
in data 20 dicembre 1863. 
 
    11.° Il Comune di Sant'Angelo (id.) ad assumere la  denominazione
di Sant'Angelo Lodigiano, giusta la deliberazione di  quel  Consiglio
comunale in data 15 gennaio scorso. 
 
    12.° Il Comune di Castano (id.) ad assumere la  denominazione  di
Castano Primo, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale  in
data 30 dicembre 1863. 
 
    13.° Il Comune di Vigano (id.) ad assumere  la  denominazione  di
Vigano Certosino, giusta la deliberazione di quel Consiglio  comunale
in data 3 gennaio scorso. 
 
    14.°  Il  Comune  di   Civitanova   (Molise)   ad   assumere   la
denominazione di Civitanova del Sannio, giusta  la  deliberazione  di
quel Consiglio comunale in data 26 dicembre 1863. 
 
    15.° Il Comune di Montorio (id.) ad assumere la denominazione  di
Montorio nei Frentani, giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 20 dicembre 1863. 
 
    16.° Il Comune di S. Giacomo (id.) ad assumere  la  denominazione
di S. Giacomo  degli  Schiavoni,  giusta  la  deliberazione  di  quel
Consiglio comunale in data 12 dicembre 1863. 
 
    17.° Il Comune di Rionero (id.) ad assumere la  denominazione  di
Rionero Sannitico, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale
in data 20 dicembre 1863. 
 
    18.° Il Comune di Cantalupo (id.) ad assumere la denominazione di
Cantalupo nel Sannio,  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 20 novembre 1862. 
 
    19.° Il Comune di Anzola (Novara) ad assumere la denominazione di
Anzola d'Ossola, giusta la deliberazione di quel  Consiglio  comunale
in data 10 gennaio scorso. 
 
    20.°  Il  Comune  di  San  Bartolomeo  (id.)   ad   assumere   la
denominazione di San Bartolomeo Valmara, giusta la  deliberazione  di
quel Consiglio comunale in data 27 dicembre 1863. 
 
    21.° Il Comune di Belmonte (Palermo) ad assumere la denominazione
di Belmonte  Mezzagno  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 6 gennaio scorso. 
 
    22.°  Il  Comune  di  Santa  Cristina  (id.)   ad   assumere   la
denominazione di Santa Cristina Gela, giusta la deliberazione di quel
Consiglio comunale in data 26 dicembre 1863. 
 
    23.° Il Comune di Cassino (Pavia) ad assumere la denominazione di
Cassino Po, giusta la deliberazione di  quel  Consiglio  comunale  in
data 10 gennaio scorso. 
 
    24.°  Il  Comune  di  Rio  (Reggio   Emilia)   ad   assumere   la
denominazione di  Rio  Saliceto,  giusta  la  deliberazione  di  quel
Consiglio comunale in data 11 gennaio scorso. 
 
    25.° Il Comune di Ferrera (Torino) ad assumere  la  denominazione
di  Ferrera  Cenisio,  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 26 dicembre 1863. 
 
    26.° Il Comune di Foresto (Torino) ad assumere  la  denominazione
di Foresto  di  Susa,  giusta  la  deliberazione  di  quel  Consiglio
comunale in data 19 dicembre 1863. 
 
    27.° Il Comune di Ala (id.) ad assumere la denominazione  di  Ala
di Stura, giusta la deliberazione di quel Consiglio comunale in  data
delli 15 dicembre 1863. 
 
    28.°  Il  Comune  di  Castelvecchio  (Umbria)  ad   assumere   la
denominazione di Castel di Tora,  giusta  la  deliberazione  di  quel
Consiglio comunale in data 1.° gennaio scorso. 
 
  Ordiniamo che il presente Decreto, munito del Sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Torino 4 febbraio 1864. 
 
                          VITTORIO EMANUELE 
 
   Registrato alla Corte dei conti addi' 20 febbraio 1864 
    Reg.° 28 Atti del Governo a c. 88. Ayres. 
  Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli G. Pisanelli. 
 
                                                          U. Peruzzi.